relazione - Aggiornamenti sul Benessere Sessuale - Benessere Sessuale - Psicologia e Sessuologia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Domanda: (seconda parte) Mi aiuti a capire

Pubblicato da in Domande e Risposte ·
Tags: chatvitarealesessuomanininfomaninonriescoarinunciarcidipendentedaquestisistemidicomunicazioneimieiproblemimibloccanoosonoporciosonostranipensarloeeccitarmimasturbarmimiscrivemailsessualiautostimastrategiadiesplorazionegestionedell'intimitàonlinerelazioneonline
Gentile dottore, sono la ragazza di 31 anni che le ha scritto in precedenza.

Le ho scritto perché da tempo a me piace chattare, conoscere delle persone attraverso la chat e poi sentirle al cell, cosi per fare conoscenza. Il problema é che io, di carattere, sono una persona che si affeziona si lega gli altri, sono sincera, spontanea come nella vita reale, ma gli altri non sono cosi; infatti, spesso, mi é capitato di chattare e di sentire al cell degli autentici idioti che mi usavano solo per divertirsi in chat o al cell. Mai e dico mai ho conosciuto una persona seria, né uomo né donna che sia, sempre sessuomani e ninfomani... Io accettavo di conoscerli e anche di entrare in intimità, ma solo perché volevo testare davvero come mi sentissi, se donna o uomo, e cosa davvero mi attraesse, mi piacesse. Se ero in grado di provare piacere di entrare in intimità, ma mi e' andata sempre male con tutti...

Nonostante mi renda conto da me che la conoscenza in chat e al cell lasciano il tempo che trovano, non riesco a rinunciarci, sento il bisogno di conoscere gente attraverso la chat anche di sentirli al cell, sento il bisogno di entrare in intimità, anche se solo virtuale con loro, di sentirmi legata a qualcuno anche se non é reale, sono diventata dipendente da questi sistemi di comunicazione e non riesco ad uscire da questa dipendenza. Spesso uso anche il web per vedere film con scene di sesso, oppure entro in siti porno oppure ricerco immagini di sesso tra uomo e donna, oppure foto di uomini e donne nude, per vedere cosa provo che sensazioni ed emozioni mi suscitano dentro, quali sono le cose che mi danno piacere...

So che è sbagliato perché dovrei conoscere le persone dal vivo e non con questi sistemi, ma i miei problemi mi bloccano come (le dissi dalla precedente email nella quale le parlavo del mio sentirmi uomo ed essere attratta dalla donne, della mia deformazione al viso e degli altri problemi, del fatto che parenti e gente estranea mi dessero problemi...) io non posso a causa di queste problematiche avere una vita decente, normale, e forse non potrò mai capire a fondo me stessa, cosa davvero sono e cosa voglio essere e chi voglio amare e starò sempre peggio di ora...

Ho sempre usato la chat e il cell come mezzi per conoscere ed affezionarmi agli altri, oltre che per capire meglio la mia identità e il mio orientamento, ma alla fine mi hanno portato solo cose brutte, tristezza, delusione, amarezza, oltre all'apparente appagamento emotivo ed erotico... Ultimamente ho conosciuto un uomo si chiama Lorenzo ha 43 anni, è anche lui uno come me, delle mie parti, solo che è un tipo strano, è l'ennesimo che ho conosciuto... Li conosco tutti io, o sono porci o sono strani o nulla. Lui e davvero strano, anche lui è come me, nel senso che è un uomo ma al contempo si sente donna ed é bisessuale, ha avuto relazioni solo con donne e forse con trans da maschio a femmina mtf, non è mai stato con uomini, almeno cosi lui dice a me, ama divertirsi in chat e trastullarsi, mi ha fatto capire che gli piace divertirsi liberamente che e un tipo libero, ecco mi ha mandato anche foto osé, nel senso del viso e anche del pene e del suo sedere.

Con lui spesso chiacchieriamo del più e del meno, ridiamo e ci divertiamo e spesso finiamo a divertirci anche eroticamente. Spesso mi capita di pensarlo e di eccitarmi sessualmente, al punto di masturbarmi togliendomi il reggiseno e gli slip, insomma, non so cosa mi suscita ma risveglia l'eros dentro di me ed io dentro di lui. C'é anche da dire che ha visto una foto mia nella quale sembro carina davvero, non ci siamo mai visti davvero in cam né dal vivo e neanche ci siamo sentiti al cell... Però lui con me adesso verte il discorso quasi sempre sul sesso, sembra non gli interessi altro, mi ha anche confessato che chatta con me perché risveglio la sua parte femminile, che mi sente vicina a lui per come sono che gli piace chattare con me e fare sesso virtuale perche vuole che godiamo insieme, darmi piacere e sentire come godo.

Io non so più cosa pensare, all'inizio mi sembrava una conoscenza strana, diversa, insolita, ma arricchente per me perché lui é un professore di matematica, acculturato, dolce, sensibile, buono, altruista, chiacchieravamo di tutto e ci confrontavamo su tutto, ma dopo le cose sono cambiate, da quando gli ho detto che lo penso oltre che affettuosamente anche eroticamnete ha iniziato ad eroticizzare questa conoscenza, mi scrive email sessuali e se mi scrive sulla chat pubblica mi parla sempre di sesso... é sempre carino, parla anche di altro si, però poi vuole sempre andare sul sesso... Ho capito che tipo é, che vive le cose alla leggera, che di sicuro ha vite parallele si diverte con altre e forse con altri, forse é legato... Insomma, ho capito che ci sono cose che a me non dice, mantiene dei segreti e forse dice di tenerci a me solo per divertirsi e basta come fa con le altre, anche se lui dice che ciò che prova per me lo prova solo con me e non con le altre...

La prego mi consigli cosa devo fare, mi aiuti... La ringrazio sin da adesso... per il momento non vado da medici perche non posso, perciò scrivo a lei, spero voglia rispondermi... grazie e arrivederci

Risposta:

Gentile lettrice, quando chiede un parere su cosa fare, a quale aspetto del discorso si riferisce?

In questa situazione i fronti su cui poter lavorare sono molteplici, ma i principali mi sembra siano 1) la sua autostima, 2) la sua strategia di esplorazione del benessere sessuale, 3) la gestione dell'intimità online e, nello specifico, 4) la relazione online che sta vivendo attualmente.

Gli argomenti potrebbero essere tutti collegati e affrontarne uno senza affrontare gli altri probabilmente risulterebbe una forzatura. Provo ad affrontarli andando a ritroso partendo dall'ultimo.

4) Mi sembra di capire che lei sia piuttosto consapevole della possibilità che un partner con cui non c'è una conoscenza diretta e che rifiuta di farsi vedere dal vivo nonostante abitiate vicini possa avere anche altre relazioni, non essere realmente motivato a una relazione emotivamente coinvolgente o, comunque, abbia delle difficoltà a vivere l'intimità. Questo presupposto è importante, perché vivere la sessualità online può essere complicato e, purtroppo o per fortuna, l'anonimato offerto dalla rete rende il sesso online privo di vincoli, restrizioni e, a volte, lo priva anche del rispetto dell'emotività altrui.



Domanda: Ora mi bagno cosi tanto che non riesco a raggiungere l’orgasmo

Pubblicato da in Domande e Risposte ·
Tags: orgasmorelazionepiacerelubrificazionefemminileerezionemaschilefeliceesplorare
Domanda e risposta di una lettrice che chiede aiuto per una difficoltà dovuta a una gestione complicata della propria eccitazione sessuale. Eccitarsi in modo intenso può essere un problema se non si sa bene cosa implichi e potrebbe quindi creare confusione. A volte le cose desiderabili possono sembrare non esserlo.

Domanda: È possibile che un uomo si abitui al corpo della moglie?

Pubblicato da in Domande e Risposte ·
Tags: possibileabituicorpomoglieeccitiperfettoimpazzisconormalecomunepensareeccitazionerelazionecoppiaaffrontarecontraddittoriapercepito
Buongiorno dottore, volevo chiederle se è possibile che un uomo si abitui al corpo della moglie e non si ecciti più? Però per me quel corpo è perfetto e se lo vedo su altre impazzisco... come mai? Può capitare o non sono normale? Continua...

Domanda: Che segnali mi sta dando il mio corpo che non voglio accettare?

Pubblicato da in Domande e Risposte ·
Tags: relazioneextraconiugalematrimoniodonnagiovanerapportisessualimasturbazionemogliesegnalicorpodisturbisessualisituazionalicoppiafedeltà
Gentilissimo dottore, sono sposato da 23 anni e da circa tre anni ho una relazione extraconiugale con una donna anch'essa sposata. Non è la mia prima relazione extraconiugale, in passato, una decina di anni fa ho avuto un'altra relazione molto importante che ha fatto vacillare il mio matrimonio e qualche altra minore, di tipo pressochè solo fisico, ma quando ero molto più giovane! L' attuale non è stata una relazione cercata, questa donna è più giovane di me (sulla quarantina), e abbiamo scoperto di avere un feeling pazzesco, fisico e non fisico (parliamo e ci scriviamo per ore), mi piace da matti, con lei sto bene, mi fa stare bene, in pace con me stesso, lei è pazzesca, penso sempre a lei e questo fatto è diventato un problema, tanto che abbiamo cercato di "rompere" ma siamo tornati insieme perché c'è qualcosa di profondo che ci lega; nonostante tutto ciò io voglio molto bene a mia moglie, non direi che il nostro è un matrimonio in crisi, e sono stato chiaro da subito, io non lascerò mai lei e la mia famiglia, non l'ho fatto in passato e non lo farò adesso a 50 anni! Nei rapporti sessuali, mentre con mia moglie non riesco ad eiaculare durante il rapporto ma solo con la masturbazione (da tantissimo tempo oramai), con la mia amante è l'esatto contrario, quasi fatico a trattenermi, devo "uscire" per non venire subito, lei è il mio sogno erotico, è bellissima, eccitante, mi piace stare con lei, mi piace da matti farlo con lei. Vorrei sapere, cosa significa tutto ciò? Non credo sia un problema fisico, vero? Perché ho disturbi sessuali con mia moglie mentre con la mia amante no? Qual è la natura del mio problema? Che segnali mi sta dando il mio corpo (che io non voglio accettare)? Grazie per la risposta che vorrà darmi. Continua...

Domanda: L'età nelle donne può giocare scherzi simili?

Pubblicato da in Domande e Risposte ·
Tags: desideriosessualefemminilerelazioneparallelaetàdonnesposatomoglie
Salve Dottore, le rivolgo subito un quesito: Sono sposato da 13 anni con mia moglie, caratterialmente ci siamo sempre trovati bene, sessualmente, fino a più di un anno fa le cose andavano bene. Da un anno ad oggi (lei ha 45 anni ed io 50) purtroppo non ci sono più rapporti, ma mi limito al fai da te mentre lei osserva. Fondamendalmente lei è già un poco fredda, ma ripeto fino ad un anno fa le cose andavano bene. La mia domanda è: Secondo lei Dottore, potrebbe avere un'altra relazione parallela, oppure l'età nelle donne può giocare scherzi simili? Mi auguro di avere una sua risposta. Continua...
Torna ai contenuti | Torna al menu