partner - Aggiornamenti sul Benessere Sessuale - Benessere Sessuale - Psicologia e Sessuologia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Domanda: Se ripenso alle esperienze con i trans, ne voglio fare altre

Pubblicato da in Domande e Risposte ·
Tags: erezionitransdepressionepartnertendenzemasturbareincontrollabilepauradesideriosessualetransessualigustopansessualitàfemminilitàmascolinitàgenere
Dopo aver letto i vostri articoli molto esplicativi, e per questo vi ringrazio, credo di poter affermare di avere un disturbo sensuale che riguarda i trans.

Io sono felicemente fidanzato e innamorato, ma ci sono giorni che ho erezioni che durano ore se ripenso alle esperienze che ho già fatto con i trans. E ne voglio fare altre. Ormai sono due anni che non ne ho e non so come posso sentirmi se ne faccio un'altra perché ho paura di ricadere in depressione e non tanto per l'atto in sé, ma perché io alla mia partner ho detto tutto, ma le ho detto che non avevo più questo tipo di tendenze.

Mi ritrovo qui con una voglia matta e incontrollabile tanto da dovermi masturbare in ogni luogo per porre fine alle mie erezioni e sono sempre più frustrato. Ho paura di rovinare tutto. E non so che fare.

Vorrei un consiglio... un qualcosa... ringrazio in anticipo...

Risposta:

Gentile lettore, la situazione che descrive è complessa ma gestibile.

Il desiderio sessuale verso persone transessuali è un gusto che, se presente, non scompare all'interno di una relazione con una persona dal genere maggiormente definito, ma ciò non vuol necessariamente dire che non sia possibile provare tale eccitazione dentro una relazione di coppia.

Il suo gusto sessuale, che lei dice essere un disturbo ma che non è clinicamente classificabile come tale, le permette di trovare sessualmente desiderabili la sua fidanzata (di cui è felicemente innamorato) e una persona transessuale. Ragionando per ipotesi, spesso quando si parla di questo gusto ci si riferisce alla pansessualità, cioè al gusto per persone di entrambi i sessi che esprimano una mascolinità e una femminilità in contrasto con il loro genere. In questo senso, è possibile che lei risulti eccitato da alcuni aspetti della sua fidanzata che ritiene mascolini (fisici o caratteriali) e che l'idea della persona transessuale riesca a farla sentire profondamente attratto in quanto manifesta anche fisicamente un amalgama tra i due sessi.



Come riconoscere l'orientamento sessuale: Ottava parte: Il giusto partner

Pubblicato da in Guida ·
Tags: riconoscereorientamentosessualegiustopartnercooperazionefiduciaimpegnolealtàfedeltà
Ottavo capitolo della guida su "Come riconoscere il proprio orientamento sessuale" in cui ci si concentra sulla relazione di coppia e la scelta del "giusto partner". Parole d'ordine: cooperazione, fiducia, impegno, lealtà e fedeltà

Domanda: Penso di aver capito che il mio problema è psicologico

Pubblicato da in Domande e Risposte ·
Tags: erezionedifficoltàpsicologicacausasoluzionepiacerepartner
Sono un ragazzo di 31 anni,e negli ultimi due rapporti che ho avuto con una ragazza con cui uscivo poche settimane fa, non sono riuscito ad avere un'erezione completa, ma solo parziale. Premetto che erano 2 anni e mezzo che non facevo sesso, ma prima non avevo mai avuto questo tipo di problema. Il problema si manifesta solo durante il rapporto sessuale, perché durante la masturbazione ho un' erezione completa e duratura e poi a volte la mattina mi risveglio con il pene in erezione. Leggendo in rete penso di aver capito che il mio è un problema di tipo psicologico. Volevo sapere se è veramente così e quali possono essere i rimedi? Pensandoci meglio, durante questi ultimi due rapporti la mia "preoccupazione principale" è stata far provare piacere a lei e non mi sono lasciato trasportare completamente, ho pensato poco a me stesso e alle mie sensazioni. Sulla base di questi spunti, le chiedo una sua opinione in merito, cosa posso fare e su cosa posso lavorare per tornare ad avere una erezione completa?...
Torna ai contenuti | Torna al menu