donne - Aggiornamenti sul Benessere Sessuale - Benessere Sessuale - Psicologia e Sessuologia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Domanda: Mi aiuti a capire cosa sono e cosa provo

Pubblicato da in Domande e Risposte ·
Tags: natafemminamaschiomasturbazionebagniscuolacottemaschiimbarazzosognisessoattrattadonneorganomaschilenoneccitadeformazionevisovitanormalehandicapdepressionestoriaconfusa
Gentile dottore, sono una persona nata femmina che pero' sin dall infanzia dai 5 anni mi sono sempre sentita maschio. Provavo attrazione verso le femmine da sempre con un'attrazione fisica forte, infatti se vedevo delle ragazze volevo stare con loro. Avevo fantasie sulle donne ed ho avuto anche dei rapporti fatti di masturbazione reciproca con delle ragazze nei bagni della scuola quando avevo 12-13 anni e anche rapporti omo con una ragazza piu grande di me aveva 18 anni.

Nel frattempo, non so se era per reprimermi, mi prendevo delle cotte anche per i maschi. Mi piacevano alcuni compagni di scuola e mi sono capitate anche delle cose che mi mettevano ancora piu in subbuglio perché quando un compagno si avvicinava a me ero in imbarazzo e se mi toccava mi piaceva. Ho avuto anche fantasie sui maschi, quando vedevo film immaginavo me con un maschio. Ho spesso guardato anche dei porno sia etero che tra due lesbo e mi eccitavano entrambi.

Mi sono capitati dei sogni dove facevo sesso, sia sogni su uomini che su donne... (devo premtterle che da piccola e nel periodo adolescenzale ero solo attratta dalle donne e gli uomini mi erano indifferenti, mi facevano proprio schifo quasi ribrezzo) poi mi è capitato, con l'andare del tempo, che le cose sono cambiate. Non so come, ho avuto anche una storia con un ragazzo quando avevo 20 anni con un ragazzo di 19 anni e ci travavamo bene insieme, ero legata a lui. C'era anche intimità tra di noi, solo che lo facevamo (intendo il sesso) sempre vestiti, mai nudi. Il sesso che facevamo consisteva nello strusciarsi l'uno sull'altra e arrivare all'orgasmo e ci arrivavo sempre, solo che spesso pensavo che mi sentivo maschio ed immaginavo di farlo con delle donne e capitava che spesso respingevo il mio lui.

Insomma, fino ai 20 anni sono sempre stata scissa dentro di me, da piccola mi sentivo fortemente maschio ed ero attratta dalle donne, poi le cose sono cambiate mi sono quasi sentita femmina e mi piacevano anche i maschi, poi sono arrivata a non provare piu nulla verso le donne e adesso non provo più attrazione, però se guardo due donne che fanno sesso mi eccito e mi piace guardarle, però non provo piu eccitazione ed attrazione fisica come la provavo prima. Al contempo, so che spesso mi piace pensare a come sarebbe con una donna, a come sarebbe se fossi maschio, insomma penso sempre e comunque alle donne. Certo, non come prima, dai 21 anni in poi ho smesso di pensarle a livello sessuale. Le ho pensate come amiche e l'idea di vederle solo come amiche mi fa stare bene, però delle volte penso anche a loro in quel senso e dopo tempo metto anche in discussione il mio sentirmi femmina, come se una parte di me si senta sempre e comunque maschio anche se mi sento attratta dai maschi.

Spesso penso al sesso con loro, al fatto di farlo normalmente o analmente e penso anche affettivamente agli uomini... e a come sarebbe sentirmi femmina, insomma non so cosa pensare di me stessa. C'é anche da dire che spesso per capire la mia sessualità, consigliata da una psicologa, ho intrattanuto dei giochii erotici su chat e cellulare con maschi e con femmine e ho usato anche spesso la cam sia con uomini che con donne e devo ammettere che mi piaceva con antrambi.

Devo premettere che a me l'organo maschile non eccita, non mi ha mai eccitato, anzi mi faceva senso e anche il corpo maschile non mi diceva nulla. Lo guardavo ma non mi trasmetteva nulla, mentre se vedevo delle donne vestite o nude mi eccitavo un casino, ero fortemente attratta e mi bagnavo, mentre con maschi non mi sono mai bagnata.

Inoltre anche se capitava che mi si avvicinavano maschi, non mi trasmettevano nulla di nulla, mentre con le donne era diverso. Ancora adesso se vedo donne nude mi piacciono e mi attraggono, mentre se vedo corpi maschili mi piacciono si, immagino anche delle cose sessuali e mi eccito, ma non provo eccitazione verso il pene, mai provato. L'eccitazione arriva solo dopo che guardo immagini di nudo maschile, mi piacciono i corpi, immagino di essere baciata, abbracciata, toccata, e di essere penetrata davanti e dietro, ma non mi eccita il pene da solo...

Vorrei capire meglio su di me. Adesso, dopo tanto tempo perso, avverto il desiderio di vestirmi più al maschile, mi sono anche tagliata i capelli e vorrei vestirmi maschile. Non l'ho mai fatto, anche perché in famiglia siamo tutti molto credenti, me compresa, ed ho sempre voluto guarire dalla mia condizione, ho provato sempre a sentirmi donna e a farmi piacere i maschi all'inizio per imposizione, poi però mi sono arrivati a piacere davvero...

Devo premettere che ho un problema al viso, una sorta di deformazione al viso e anche altri problemi per cui non ho mai avuto una vita normale, mai avute relazioni o uscite. Dopo il diploma ho lavorato un anno e poi nulla piu anche perche ho subito mobbing sul lavoro per motivi di discriminazione sessuale e anche discriminazione nella società per colpa del mio essere diversa fisicamente, perché ho anche altri problemi e per via del fatto che pensano che sia lesbica. Spesso mi hanno presa per un maschio perché ho un aspetto mascolino ed ho subito discriminazione pesante... Insomma non ho mai vissuto una vita vera come gli altri in famiglia, ho una sorella con lieve handicap mentale, una nonna con alzheimer e, dei genitori, uno soffre di depressione ed é pure bipolare, mentre mia mamma invece ha un carattere forte ed autoritario... altri due nonni con problemi, insomma ho una situazione personale e familiare complessa e difficile...

Detto ciò, vorrei capire meglio: chi sono davvero e cosa davvero voglio? Grazie mille (ho sempre avuto una vita da asociale ritirata emarginata dal contesto sociale per via dei miei problemi, ho subito bullismo, attacchi, discriminazione, razzismo, mai avuto relazioni interpersonali se non qualche amica e basta, giusto poche uscite, ho vissuto la mia vita in casa e chiesa ed ho inesistenti e pessimi rapporti sia con maschi che con femmine. In genere con le persone sono sempre stata maltrattata, derisa, emarginata, umiliata, denigrata ed esclusa, sono stata oggetto di prese in giro e per questo non ho mai sopportato i maschi ne le femmine... mi hanno sempre offesa, detto parolacce ed avuto brutti comportamenti con me) gliel'ho detto per sapere se ciò ha inciso ed incide sulla sessualità... Sono sempre stata schifata, ignorata da maschi e da femmine per via dei miei problemi... La prego mi aiuti a capire cosa sono e cosa provo... Grazie mille

Risposta:

Gentile lettrice, la ringrazio per aver condiviso la sua esperienza con noi.
La sua storia è complessa e, a tratti, può risultare confusa se letta da una persona che non la conosce. Questo è normale che accada perché stiamo parlando di temi emotivamente molto intensi e tutti tendiamo a fare confusione quando parliamo di questioni importanti e che ci coinvolgono direttamente. E’ possibile che questo non accada solo quando si spiega quello che si pensa, ma anche quando ci si pensa autonomamente e, per questo, scrivere è spesso un buon modo per iniziare a riordinare i propri pensieri.

Nella sua situazione, nonostante lei abbia già lavorato con una psicologa, ritengo che lavorare con uno psicoterapeuta sessuologo potrebbe esserle certamente di aiuto per fare più chiarezza su quanto discusso. Data questa premessa, provo a mettere in ordine quanto mi ha scritto.



Domanda: Perché alcune donne inghiottono il liquido seminale?

Pubblicato da in Domande e Risposte ·
Tags: donneeiaculazioneliquidoseminaleperversione
Domande e risposte: La domanda è: Per quale motivo ci sono alcune donne che quando avviene l'eiaculazione inghiottono il liquido seminale? Grazie per la disponibilità. Continua...

Domanda: L'età nelle donne può giocare scherzi simili?

Pubblicato da in Domande e Risposte ·
Tags: desideriosessualefemminilerelazioneparallelaetàdonnesposatomoglie
Salve Dottore, le rivolgo subito un quesito: Sono sposato da 13 anni con mia moglie, caratterialmente ci siamo sempre trovati bene, sessualmente, fino a più di un anno fa le cose andavano bene. Da un anno ad oggi (lei ha 45 anni ed io 50) purtroppo non ci sono più rapporti, ma mi limito al fai da te mentre lei osserva. Fondamendalmente lei è già un poco fredda, ma ripeto fino ad un anno fa le cose andavano bene. La mia domanda è: Secondo lei Dottore, potrebbe avere un'altra relazione parallela, oppure l'età nelle donne può giocare scherzi simili? Mi auguro di avere una sua risposta. Continua...
Torna ai contenuti | Torna al menu