causa - Aggiornamenti sul Benessere Sessuale - Benessere Sessuale - Psicologia e Sessuologia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Domanda: Non mi sono più fatto vedere perché mi vergogno

Pubblicato da in Domande e Risposte ·
Tags: difficoltàerezionemedicoprostatavergognascelteaspettipsicologicicausafisicasoluzionisintomi
Ho 60 anni e ho difficoltà a raggiungere l'erezione... La voglia non mi manca e la mia compagna è brava e mi stimola in modo superbo.

A 50 anni mi hanno detto che avevo la prostata ingrossata... poi non ho più fatto niente, nel senso che non mi sono più controllato... Non mi sono più fatto vedere né ho esposto questo problema ad alcun medico perché mi vergogno.

Cosa posso fare per risolvere questo problema senza andare dal medico??

Grazie

Risposta:

Gentile lettore, a volte la vergogna può portarci a compiere delle scelte poco efficaci.

La maggior parte dei disturbi della sessualità sono di natura psicologica, ma ciò non toglie che, prima di valutare gli aspetti psicologici del problema, sia importante escludere sempre l'eventualità di una causa fisica.

Questo perché se si pensano soluzioni psicologiche per problemi medici é probabile non ottenere risultati e, anzi, é possibile rischiare di aggravare i sintomi per aver trascurato il problema fisico.



Domanda: Penso di aver capito che il mio problema è psicologico

Pubblicato da in Domande e Risposte ·
Tags: erezionedifficoltàpsicologicacausasoluzionepiacerepartner
Sono un ragazzo di 31 anni,e negli ultimi due rapporti che ho avuto con una ragazza con cui uscivo poche settimane fa, non sono riuscito ad avere un'erezione completa, ma solo parziale. Premetto che erano 2 anni e mezzo che non facevo sesso, ma prima non avevo mai avuto questo tipo di problema. Il problema si manifesta solo durante il rapporto sessuale, perché durante la masturbazione ho un' erezione completa e duratura e poi a volte la mattina mi risveglio con il pene in erezione. Leggendo in rete penso di aver capito che il mio è un problema di tipo psicologico. Volevo sapere se è veramente così e quali possono essere i rimedi? Pensandoci meglio, durante questi ultimi due rapporti la mia "preoccupazione principale" è stata far provare piacere a lei e non mi sono lasciato trasportare completamente, ho pensato poco a me stesso e alle mie sensazioni. Sulla base di questi spunti, le chiedo una sua opinione in merito, cosa posso fare e su cosa posso lavorare per tornare ad avere una erezione completa?...
Torna ai contenuti | Torna al menu