Esibizionismo - Aggiornamenti sul Benessere Sessuale - Benessere Sessuale - Psicologia e Sessuologia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Esibizionismo

Pubblicato da in Guida ·
Tags: esibizionismoparafiliaeccitazionesessualefantasiedesidericomportamentigenitaliconsensosintomigestionesconosciutisofthardpersoneadulteminorenni
Esibizionismo

Il disturbo esibizionistico è una parafilia caratterizzata dalla persistente e ricorrente eccitazione sessuale conseguente a fantasie, desideri o comportamenti che riguardano l’esibizione dei propri genitali senza chiedere il consenso dell’altra persona.

È possibile che tali pensieri e comportamenti accadano in modo occasionale senza comportare un disturbo ed infatti vengono considerati sintomi soltanto quando durano almeno 6 mesi e diventano di difficile gestione. Come sempre è buona norma distinguere ogni parafilia in due grandi categorie, soft e hard (anche dette esclusive o non esclusive), per distinguere quando una perversione favorisce il variare delle abitudini sessuali (soft) e quando invece limita il variare delle abitudini sessuali (hard), danneggiando il benessere sessuale della persona. Il disturbo esibizionistico, per definizione, coinvolge una persona che non esprime un suo consenso: quindi il comportamento esibizionistico, se rivolto verso sconosciuti, è probabilmente hard, ma se viene rivolto verso persone conosciute o consenzienti o se viene agito con il pensiero (in situazioni in cui si corre il rischio di essere visti senza avere la certezza di esserlo) può ricoprire diversi significati soft.

L’esibizionismo può essere considerato un disturbo psicologico nel momento in cui è presente almeno un’esperienza reale della messa in atto di tale comportamento o se i pensieri al centro delle fantasie o dei desideri esibizionistici sono di così difficile gestione da causare un disagio emotivo significativo tale da compromettere il comportamento sociale o professionale. In questo senso, lo si considera un problema.

Un’ulteriore distinzione la merita l’oggetto di tale parafilia: infatti, poiché comprende un’altra persona, è importante distinguere se al centro di tali fantasie siano presenti persone adulte o minorenni.

Continua...


comments powered by Disqus
Torna ai contenuti | Torna al menu