Domanda: Penso di aver capito che il mio problema è psicologico - Aggiornamenti sul Benessere Sessuale - Benessere Sessuale - Psicologia e Sessuologia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Domanda: Penso di aver capito che il mio problema è psicologico

Pubblicato da in Domande e Risposte ·
Tags: erezionedifficoltàpsicologicacausasoluzionepiacerepartner
Sono un ragazzo di 31 anni,e negli ultimi due rapporti che ho avuto con una ragazza con cui uscivo poche settimane fa, non sono riuscito ad avere un'erezione completa, ma solo parziale. 

Premetto che erano 2 anni e mezzo che non facevo sesso, ma prima non avevo mai avuto questo tipo di problema. Il problema si manifesta solo durante il rapporto sessuale, perché durante la masturbazione ho un' erezione completa e duratura e poi a volte la mattina mi risveglio con il pene in erezione. 

Leggendo in rete penso di aver capito che il mio è un problema di tipo psicologico. Volevo sapere se è veramente così e quali possono essere i rimedi? 

Pensandoci meglio, durante questi ultimi due rapporti la mia "preoccupazione principale" è stata far provare piacere a lei e non mi sono lasciato trasportare completamente, ho pensato poco a me stesso e alle mie sensazioni. 

Sulla base di questi spunti, le chiedo una sua opinione in merito, cosa posso fare e su cosa posso lavorare per tornare ad avere una erezione completa?

Risposta:

Gentile lettore, condivido con lei l'idea che probabilmente si tratta di una difficoltà principalmente dovuta a cause psicologiche. Se si trattasse di difficoltà mediche è probabile che lei non riuscirebbe ad avere erezioni né durante la masturbazione né avrebbe le così dette "erezioni mattutine".

Quando parliamo di una difficoltà psicologica però non parliamo di qualcosa per cui basti eseguire qualche esercizio per risolvere il problema. Dire che un problema è psicologico vuol dire che il nostro modo di pensare crea prospettive di ragionamento inefficaci e innesca stati emotivi che ci appartengono ma che non conosciamo a sufficienza e che siamo portati a ragionare e a comportarci in modo da contribuire, involontariamente, a costruire il problema che percepiamo.

Continua...


comments powered by Disqus
Torna ai contenuti | Torna al menu