Domanda: È possibile che una zona erogena perda sensibilità? - Aggiornamenti sul Benessere Sessuale - Benessere Sessuale - Psicologia e Sessuologia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Domanda: È possibile che una zona erogena perda sensibilità?

Buongiorno Dottore, ho 50 anni e la mia compagna 40. Con la mia compagna é un periodo di coppia difficile, per cui é un po' di tempo che non facciamo l'amore.

Qualche notte fa mi svegliai e notai che il suo seno era parzialmente scoperto, preso dall'eccitazione iniziai delicatamente a toccarlo, stimolando anche la zona intorno al capezzolo, che so essere per lei particolarmente sensibile. Lei non si sveglio' e, apparentemente, nemmeno sembro' provare piacere, cosa che invece da sveglia la fa impazzire.

Ma é possibile che una zona altamente erogena mentre si dorme perda sensibilità e non si provi niente? O si é svegliata e, senza aprire gli occhi, e' stata molto brava a fingere?

La mattina seguente non dissi niente. Mi rimane questo dubbio…

Grazie

Risposta:

Gentile lettore, la sensibilità fisica può essere influenzata da numerosi fattori, tra cui la veglia.

E’ possibile che la sua partner fingesse di non sentire, ma allo stesso tempo è altrettanto possibile che la piacevolezza fisica che percepisce quando lei la tocca sul seno sia un fenomeno meno meccanico di quanto immagini.

Non esiste una regola universale, ci sono persone che percepiscono sensazioni più intense quando sono fisicamente rilassate ed altre che vivono più intensamente i momenti in cui i loro muscoli sono contratti e agitati.

Questo risultato può essere letto nello stile che la persona usa per stare a contatto con il suo corpo, avendo presente che la maggior parte delle persone tende ad avere una preferenza per uno stile o l'altro.

Se la sua partner è meno sensibile mentre dorme, è possibile che sia una persona che percepisce meglio il piacere quando il suo corpo tende ad agitarsi e contrarsi, così che, forse, sentirsi stimolata al petto sia per lei piacevole anche come conseguenza di un lieve imbarazzo che le provoca tensione fisica quando viene toccata sul seno. Quanto questo sia un suo automatismo o sia una cosa che fa volontariamente, lo può sapere solo la sua compagna e può essere un buon argomento di conversazione per riprendere a condividere momenti di intimità che ultimamente sono diventati rari.

Allenare e approfondire il contatto con il corpo, i pensieri e le emozioni che accompagnano il piacere può aiutare la coppia a soddisfarsi reciprocamente e aumentare il benessere sessuale.

Diversamente da come a volte si sente dire, la sessualità non è necessariamente più piacevole quando il corpo è giovane e sensibile, ma piuttosto diventa tanto più piacevole quanto più si usa consapevolmente il proprio corpo per produrre piacevolezza. Se e quanto dedicare attenzione al proprio benessere è una scelta individuale che non ha una data di scadenza.

Spero di esserle stato di aiuto, non esiti a scrivermi per ulteriori dubbi.

Cordiali saluti




comments powered by Disqus
Torna ai contenuti | Torna al menu